Donazione di sangue da Cordonale ombelicale

Gravidanza
La raccolta di sangue del Cordone Ombelicale sulle partorienti che accedono all'Ospedale San Francesco di Nuoro è possibile da qualche tempo grazie a una Convenzione recentemente attivata tra la Banca del Sangue Cordonale di Cagliari e la ASSL di Nuoro. In data 2 novembre 2011 è stato effettuato il primo prelievo.

Il sangue contenuto nel Cordone Ombelicale, raccolto al momento del parto, rappresenta una importantissima sorgente di cellule staminali emopoietiche, che sono capaci di generare le cellule del sangue (globuli rossi, globuli bianchi, piastrine). Analogamente a quanto si fa per la donazione del Midollo Osseo o le Cellule Staminali del sangue periferico, le Cellule Staminali del Sangue Cordonale possono essere utilizzate per il trapianto in malattie ematologiche quali Leucemie, Linfomi o Malattie Genetiche quali l'Anemia Mediterranea.

Il sangue appena prelevato del Cordone Ombelicale viene inviato per la conservazione, presso la Banca del Sangue Cordonale che ha sede in Cagliari presso l'Ospedale Binaghi, struttura che risponde a precisi requisiti di qualità e sicurezza e rende disponibile questa risorsa per il trapianto di pazienti italiani ed esteri.
Il sangue del Cordone Ombelicale può essere utilizzato per fini "solidaristici" o per uso "dedicato"; in quest'ultimo caso il sangue cordonale può essere utilizzato per un membro della famiglia HLA compatibile, quando affetto da una patologia curabile con le cellule staminali emopoietiche o da malattie genetiche.

La procedura prevede un'adeguata informazione delle partorienti, già nelle prime fasi della gravidanza, presso i vari ambulatori pubblici e privati, sulla possibilità della donazione del Sangue Cordonale, sull'utilizzo delle cellule staminali e sulla idoneità o inidoneità al prelievo; le unità raccolte, infatti, devono rispondere a requisiti clinici e laboratoristici molto selettivi.
La donazione del Sangue Cordonale richiede pochi minuti, viene effettuata da personale ostetrico qualificato dopo che il cordone è stato reciso, senza che questo comporti alcuna rischio per la madre e per il neonato, che al momento del prelievo è già stato allontanato dal campo operativo. La raccolta è assolutamente indolore, sicura, non invasiva.
La donazione del Sangue del Cordone Ombelicale è gratuita.

La raccolta e la conservazione del Sangue da Cordone Ombelicale, potrà essere effettuata solo a fronte della sottoscrizione da parte della madre e ove possibile del partner, di un consenso informato e di un apposito questionario.
Le donne/coppie che intendono aderire alla donazione dovranno rivolgersi, nell'ultimo trimestre di gravidanza, al Centro Trasfusionale del San Francesco, dove un medico specialista si renderà disponibile per un colloquio individuale strettamente riservato.
L'appuntamento presso il suddetto Servizio può essere preso anche telefonicamente ai seguenti numeri 0784 240251, 0784 34725.

Documenti per ogni donazione da etichettare/compilare nelle zone di pertinenza
Form SCO101 – Consenso alla raccolta allogenica [file.pdf]
Allegato B-SCO - Questionario anamnestico [file.pdf]
M 23 - Modulo di raccolta [file.pdf]
M 24 - Modulo di trasporto [file.pdf]
M 25 - Check list pre-invio [file.pdf]
M 33 - Modulo di prima qualificazione neonato [file.pdf]

Altra modulistica fornita
I 74 - Attività operativa del punto nascita [file.pdf]
Allegato A-SCO – La donazione del sangue dal cordone ombelicale [file.pdf]
Allegato C-SCO - Informazioni per le potenziali donatrici [file.pdf]
Allegato G-SCO - Indicazioni per la valutazione dell'idoneità [file.pdf]