Trapianti. Una targa per tutti i donatori

Nuoro, 21 dicembre 2018 - Oggi è stata una giornata molto importante per i trapianti. L'associazione Trapiantati AITF onlus Nuoro-Ogliastra, con una folta delegazione di ex trapiantati e parenti di donatori, guidati dal presidente Luigi Bellu, questa mattina ha scoperto e inaugurato una targa commemorativa in ricordo di tutte le persone che hanno donato gli organi, salvando così tante vite umane, proprio nel corridoio antistante il reparto di Rianimazione dell'Ospedale San Francesco di Nuoro.

Alla cerimonia hanno presenziato il Dott. Gavino Casu, che ha portato i saluti del Direttore dell'ASSL di Nuoro, Grazia Cattina, assente per impegni inderogabili, ma entusiasta sostenitrice dell'iniziativa, il Direttore della Rianimazione, Elena Zidda e la Coordinatore locale del Centro Trapianti, Pierina Ticca.

«Questo impegno - ha spiegato, tra la commozione genrale, Luigi Bellu - lo avevamo preso sin dalla nascita della Delegazione dei trapiantati AITF onlus Nuoro-Ogliastra, poiché volevamo, in questo modo, rendere grazie a coloro che ci hanno donato una seconda vita, ma anche che rimanesse per sempre un messaggio forte che ricordasse il gesto della donazione, e la grande generosità dimostrata dalle famiglie dei donatori».

Nella Rianimazione di Nuoro, dall'inizio del 2018 ad oggi, sono stati fatti 14 accertamenti di morte cerebrale, di cui 12 sono diventati donatori effettivi. E c'è stata un'unica opposizione. Sono stati trapiantati 16 reni, 8 fegati, 3 cuori.

Commovente la poesia scritta da uno studente nuorese e letta durante la cerimonia:

«... oh mamma, il mio cuore

che tanto hai cullato e amato

non ha finito le sue ore,

lo so che di me, addolorato,

non sentirai più il calore,

però ascolta la volontà

delle mie ultime parole

per cui sia questo gesto fatto,

che sarà lo so con tanto dolore

ma di me resterà ogni tratto,

di quel cuore che non si è mai fermato,

di quei occhi che hai: tanto fissato,

di quel legame eterno che ci legherà,

anche se la dimora il cuore cambierà.

Madre, mi sono solo addormentato

e quel frutto che hai amato dal principio

in un nuovo fiore si è incarnato,

io nei ricordi e nei sogni tornerò

e con amore, oh mamma! Ti dirò

che ora riposo allegramente perché finalmente lo vedo sorridente...».


Galleria fotografica
  • Targa donatori di organi