Liste d'attesa in Radiologia: primi risultati

Un concreto e consistente miglioramento per quanto riguarda i tempi d'attesa delle prestazioni radiologiche nell'ASSL di Nuoro.

Tutto questo grazie ad un piano dedicato che, nell'ambito del Progetto di abbattimento delle liste di attesa della ATS Sardegna, con avvio nel mese di ottobre, in poche settimane ha consentito di ridurre notevolmente i tempi per tutte quelle prestazioni di diagnostica strumentale (TAC, Risonanza Magnetica, Ecografia) che presentavano le maggiori criticità, con l'obiettivo di far rientrare Nuoro entro i parametri nazionali e regionali previsti.

L'equipe radiologica del Presidio Ospedaliero San Francesco, diretta dalla Dottoressa Maria Giobbe, con grande professionalità e dedizione (garantendo un plus orario, la prima mattina, la sera e i festivi, oltre il normale orario di servizio) ha consentito la realizzazione del progetto strutturato, in stretta collaborazione con il personale del CUP (Centro Unificato di Prenotazione), che ha materialmente gestito la fase di "recalling" e prenotazione.

La strada tracciata sembra essere quella giusta. Dei circa 3mila pazienti contattati, che risultavano prenotati nel periodo novembre 2018 - luglio 2019, ai quali veniva offerta la possibilità di effettuare la prestazione con largo anticipo rispetto alla data di erogazione prevista, hanno aderito in 1200.

I risultati ottenuti in termini di abbattimento delle liste di attesa sono, al momento, particolarmente significativi per quanto riguarda la Risonanza Magnetica, per la quale i tempi si sono ridotti del 50% circa, passando da 330 giorni, per le risonanze con mezzo di contrasto, agli attuali 150 giorni.

Analoghi risultati sono stati ottenuti nel mese di ottobre per la diagnostica TAC (Tomografia Assiale Computerizzata), nonostante il fermo macchina di circa un mese, conseguente ad un guasto tecnico, che ne aveva comportato il forte rallentamento. Con la riparazione del guasto, avvenuta a fine novembre, il progetto è ripreso a ritmo sostenuto.

Per quanto riguarda la Diagnostica Ecografica, 500 pazienti prenotati nelle sedi degli ospedali San Francesco e Cesare Zonchello di Nuoro, e San Camillo di Sorgono, hanno avuto la possibilità di anticipare l'esame.

«Il mio personale ringraziamento – commenta il Direttore dell'ASSL di Nuoro, Grazia Cattina – va ai medici, gli infermieri, i tecnici e tutto il personale dell'Unità Operativa di Radiologia dell'ospedale San Francesco, che – supportati dagli operatori del CUP, hanno incrementato i propri ritmi e tempi di lavoro per ridurre l'attesa per i pazienti prenotati». «Grazie a questo piano – conclude Cattina -, attuato in un momento strategico di riorganizzazione del lavoro, contiamo di portare a tempi accettabili le liste d'attesa degli esami programmati e offrire, quindi, agli utenti un servizio in linea con le loro aspettative».

Galleria fotografica
  • Equipe Radiologia